Contenuto principale

Presentazione

I.C. Pertini Ovada Alessandria


I.C. Pertini Ovada Alessandria


I.C. Pertini Ovada Alessandria


I.C. Pertini Ovada Alessandria


I.C. Pertini Ovada Alessandria


UNO SU MILLE CE LA FA

È con questo slogan che giovedì 1 giugno il corpo docente della Giovanni Paolo II, insieme alla Preside, Dott.ssa Patrizia Grillo, e al personale ATA, ha festeggiato il raggiungimento di un importante traguardo dell'insegnante Marchelli Marina che dal prossimo anno scolastico sarà in pensione.

Tra uno scherzo, ... anche più di uno, e qualche lacrima abbiamo salutato un'insegnante eccezionale, una colonna portante della nostra scuola che in tanti anni di servizio svolto con serietà, impegno e professionalità non ha mai smesso di sorridere, di trovare le parole giuste, di essere vicina ai colleghi e ai bambini nei momenti felici e in quelli tristi... Ci mancherai maestra Marina!

 

Ode a Madonna Marina

Tanto gentil e tanto onesta pare

quando al mattino sale le scale.

Puntuale arriva, e questo non è strano,

con la sua borsetta a mano,

poiché la spalla un po' le duole,

e impeccabilmente vestir suole.

La penna rossa tien leggera nella destra

pronta a segnar un’operazione, ahimè maldestra,

sul naso porta le lunette

ma di sorrider mai non smette.

Tra i banchi ella si va, sentendosi chiamare,

quaderni e libri non cessa di rimirare.

Mostrasi sì solerte ver chi la chiama

e il suo consiglio brama.

Ma quando un marrano cade nell’errore,

un urlo soave pien d’ardore

par che dalla sua labbia si mova,

e, stanne pur certo, sempre all’alunno giova.

Lasciò la piuma d’oca, con tanto di pennino,

per diventar magistra di telefonino.

Dalla pergamena vergata a mano,

al registro digitato il passo non fu insano.

Ormai di mail, internet e computer ella disserta,

di consigli prodiga ed esperta.

E del suo spirto soave pien d’amore,

non scorderemo mai il suo sorriso,

divenuto ancora più splendente,

per tutto l'anno corrente,

da quando il Ministero dell’istruzione

decise di mandarla finalmente in pensione.

Le magistre della Iscola di Via Dania

Con sommo affetto