Contenuto principale

Presentazione

I.C. Pertini Ovada Alessandria


I.C. Pertini Ovada Alessandria


I.C. Pertini Ovada Alessandria


I.C. Pertini Ovada Alessandria


I.C. Pertini Ovada Alessandria


Continua lo stimolante percorso didattico della classe prima B della Scuola Primaria “Damilano” lungo gli affascinanti sentieri della lettura. Dopo quella di Ovada, protagonista questa volta è stata la biblioteca di Acqui Terme, una delle più attive del Piemonte in merito ad iniziative ed attività legate alla valorizzazione della lettura tra i piccoli. Lunedì 16 gennaio ad accoglierci abbiamo trovato  un noto poeta locale, Filippo Chiarlo, che quella mattina interpretava il duplice ruolo di guida ed istrionico animatore di un divertente laboratorio letterario. I bambini, varcando la soglia dell’edificio, sono stati risucchiati da un vortice di palpitanti emozioni, trasportati in una dimensione temporale che pareva anni luce distante dal loro vissuto quotidiano. Gli immensi scaffali colmi di libri di ogni genere e dimensione, l’ampia vasca al centro della sala d’ingresso avvolta da piante lussureggianti nella quale danzavano variopinti pesci tropicali, hanno rappresentato lo sfondo ideale per introdurre la performance di Filippo. Lo scrittore, balzando sulla scena come un cantastorie, ha saputo coinvolgere i bambini con letture animate e giochi interattivi legati alla fiaba e, in un ambiente ludico e gioioso, ciascuno di loro ha partecipato con interventi acuti e pertinenti. Ancora una volta l’esperienza della biblioteca non ha deluso le nostre aspettative. A quella di Acqui, in particolare, siamo particolarmente legate in quanto è intitolata al nostro indimenticabile papà, il professor Agostino Sciutto.  Una eredità preziosa che nostro padre ha lasciato ai suoi studenti acquesi è stata quella di appassionarli alla lettura, in particolare ai classici. Un esempio che ci auguriamo, con i nostri piccoli, non vada perduto.
                                                                                        maestre Licia ed Elisabetta Sciutto